Si è svolta stamattina, presso l’Aula Dusmet del Presidio ospedaliero di piazza Santa Maria di Gesù, la consegna della certificazione ISO 9001:2015 all’unità operativa complessa di Oncologia medica dell’Arnas Garibaldi per la gestione degli studi clinici controllati di fase I.

Ad annunciare l’importante obiettivo raggiunto, che pone il Clinical Trial Center dell’Arnas Garibaldi al primo posto in Italia per la ricerca clinica applicata, sono stati il direttore generale dell’Arnas Garibaldi, Giorgio Santonocito, e il direttore della stessa Oncologia medica, Roberto Bordonaro, i quali hanno ricevuto la prestigiosa attestazione dalle mani della dott.ssa Nicoletta Palese, della società certificatrice Bureau Veritas,  alla presenza del sindaco di Catania Enzo Bianco.

“Con la certificazione ISO 9001:2015 – ha detto il manager dell’azienda ospedaliera – l’Arnas Garibaldi e nello specifico l’Oncologia medica fa un grande passo in avanti, primo traguardo per il raggiungimento di importanti obiettivi nel prossimo futuro. Una sfida nel campo della ricerca clinica e dell’innovazione farmacologica di cui beneficeranno in primo luogo i pazienti in fase terminale, migliorandone la qualità della vita e, in un’ottica di sistema, anche la sanità pubblica intercettando grandi flussi finanziari. In questo modo, i pazienti che entrano in contatto con la nostra struttura avranno la garanzia di processi clinici di grande qualità, sicuri e certificati”.

Tale certificazione, unica a livello nazionale, riguarda la prima fase di sperimentazione del farmaco su pazienti viventi, premiando i percorsi clinici e organizzativi delle migliori strutture Paese.

“Nel corso del 2015 – ha specificato Bordonaro – sono stati ben 2000 gli interventi chirurgici all’interno del Dipartimento oncologico del Garibaldi-Nesima, contando 150 casi di tumori polmonari, 400 al colon-retto e 250 operazioni alla mammella. Con tale riconoscimento, l’Arnas Garibaldi completa la certificazione nell’ambito dell’Oncologia medica, che ho l’onore di dirigere, ponendosi a ruolo di capofila sul territorio, fiduciosa che le altre strutture regionali seguano lo stesso cammino”.

Il suddetto riconoscimento pone la città di Catania al centro dell’attenzione nazionale nell’ambito di un settore in cui spesso, comunque, non sono mancati i successi.

“Oggi – ha sottolineato Enzo Bianco – è un giorno di grande gioia e orgoglio per tutta la città metropolitana di Catania. In quest’occasione, la parola d’ordine che mi viene in mente è ‘qualità’, assolutamente indispensabile nel mondo della sanità, soprattutto per le patologie a carattere oncologico. Sono davvero felice che l’Arnas Garibaldi sia la prima in Italia a scegliere questo percorso di eccellenza, in un’ottica di sviluppo che, nei prossimi mesi, la vedrà protagonista anche in altre aree specialistiche”.