Home » Servizi e Attività » News » Da oggi attivi 12 posti di Terapia intensiva neonatale e 12 di Neonatologia al Garibaldi- Nesima

Da oggi attivi 12 posti di Terapia intensiva neonatale e 12 di Neonatologia al Garibaldi- Nesima

Questa mattina ha avuto luogo l’inaugurazione di nuovi posti letto presso i locali dell’unità operativa di Neonatologia dell’Azienda ospedaliera Garibaldi di Catania, diretta da Giorgio Santonocito. Si tratta di un’implementazione che di fatto ha eseguito le direttive dalla rete Regionale ospedaliera, e che ha tenuto conto, oltre che delle variegate prestazioni sanitarie del reparto, anche dell’accoglienza di ricoveri provenienti da altre aziende ospedaliere cittadine e da altre province.

Attiva dal 1982, la struttura di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale del Garibaldi, sotto la direzione della dott.ssa Angela Motta, offre un servizio articolato 24 ore su 24 in stretta cooperazione con l’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Azienda, nella quale annualmente vengono alla luce duemila bambini, nell’ambito del dipartimento Materno-infantile diretto dal dott. Giuseppe Ettore.

La Neonatologia dell’Arnas Garibaldi svolge tutte le attività assistenziali del settore, compresi i controlli in sala parto, le visite giornaliere ai bambini del nido, la gestione delle situazioni di emergenza, i controlli ambulatoriali specialistici, nonché l’eventuale esecuzione in reparto di piccoli interventi di cardiochirurgia pediatrica al letto del bambino. Tutti servizi possibili grazie a un’equipe costituita da tredici dirigenti medici, di cui due responsabili di reparto, due caposala e trentotto unità infermieristiche specializzate che, oltre alle sopracitate prestazioni, si occupa dell’esecuzione di tutti gli screening neonatali previsti dalla legge, compreso quello allargato alle malattie metaboliche, allo screening audiologico e a quello oculistico.

L’attivazione di ulteriori posti letto, con il passaggio a dodici posti di Terapia intensiva neonatale e a dodici di Neonatologia, è avvenuta alla presenza del sindaco di Catania, Enzo Bianco, di alcuni deputati nazionali e regionali, nonché del vicario generale dell’Arcidiocesi di Catania, mons. Salvatore Genchi, che ha proceduto con la benedizione dei locali della struttura. L’incontro è stato inoltre occasione per presentare la nuova Carta dei servizi aziendale e la Carta dei diritti e dei doveri degli utenti, concepita in collaborazione con il Comitato consultivo dell’ospedale.

In merito alle prestazioni del reparto, oltre alla dott.ssa Angela Motta e al dott. Giuseppe Ettore, è intervenuto anche il direttore generale della stessa azienda ospedaliera.

“La necessità di ampliare gli spazi e i posti letto all’interno della Neonatologia – spiega Santonocito - si innesta nel più ampio contesto della rimodulazione del percorso nascita che, soprattutto negli ultimi mesi è stato al centro di un grande dibattito sociale e mediatico. Ancora una volta l’Arnas Garibaldi non ha perso tempo e ha messo a disposizione degli utenti una struttura ancora più efficace e ancora più sicura”.

L’inaugurazione è stata inoltre occasione per presentare il nuovo servizio di sorveglianza dei piccoli pazienti tramite l’installazione di quattro baby-monitor, che consentiranno ai genitori di monitorare i propri figli, in orari prestabiliti, semplicemente con l’inserimento di un’apposita password. Un servizio che mira a dare conforto alle famiglie che, in questo modo, avranno la possibilità di stare accanto ai nascituri anche virtualmente, grazie a un progetto voluto dalla dirigenza e curato dal responsabile informatico dell’Arnas, Davide Morales.

Attenzione verso i familiari che non è passata inosservata al primo cittadino di Catania. “Quello che abbiamo visto oggi nella Neonatologia dell’Arnas Garibaldi – ha detto Enzo Bianco – è un progetto di eccellenza, non solo per l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia e per la presenza di capaci professionisti, ma soprattutto per l’umanità che costoro mettono nel proprio lavoro. Sono felice e orgoglioso che questa eccellenza dia i suoi risultati nel campo della Neonatologia, in quanto il futuro di una società è rappresentato proprio dai suoi bambini. Una realtà che non ha nulla da invidiare ad altre sul territorio nazionale e che ringrazio in nome della città metropolitana di Catania”.

Quello dell’ospedale Garibaldi è un approccio multidisciplinare ai problemi dei piccoli pazienti, garantendo il trattamento di tutte le patologie congenite e acquisite, grazie all’azione combinata delle diverse unità operative dedicate, come la Chirurgia pediatrica, la Neurochirurgia, la Chirurgia toracica, l’Otorinolaringoiatria e audiologia, la Rianimazione pediatrica, l’Oculistica, la Genetica, la Cardiologia pediatrica, l’Ortopedia, l’Endocrinologia, la Fisioterapia, la Psicologia, la Chirurgia plastica e la Dermatologia. Dal 2011, inoltre, vi è la possibilità di arruolare i bambini con grave asfissia neonatale per il trattamento dell’Ipotermia, con raccolta di numerosi casi.

Anche la sfera emotiva familiare è tutelata se si guarda al supporto psicologico per i genitori fornito su consiglio dei sanitari o su specifica richiesta. La presenza costante dei volontari dell’Associazione “Rinascendo” garantisce un aiuto alle mamme e alle infermiere che vivono il reparto, e le meravigliose mamme di “Cuore di Maglia” forniscono gratuitamente e periodicamente deliziosi minuscoli corredini per i piccoli in termoculla.

Data ultima revisione: 19 luglio 2016